Come penalista non posso rimanere insensibile all’argomento che maggiormente sta impegnando la nostra intera categoria in quest’ultimo periodo. Mi riferisco alle aspre critiche che si stanno portando avanti contro la riforma voluta dal Governo Conte e dal Ministro Bonafede in tema di prescrizione.

Ho partecipato alla maratona oratoria per la verità sulla prescrizione, organizzata dall’Unione delle Camere Penali Italiane.

La riforma così come è stata concepita non solo viola i principi della nostra Carta Costituzionale, ma viola anche i principi comunitari dettati dall’art. 6 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo.

Clicca qui per continuare a leggere l’articolo