AVV. GIOVANNI MARIA GIAQUINTO1

Area di competenza:
Diritto penale

 

Specializzazioni:
Avvocato penalista dal 1990, con il patrocinio innanzi alla Suprema Corte di Cassazione dal 2002.
Ha trattato numerosi processi, anche di interesse pubblico, maturando una lunga esperienza nel settore dei reati contro la persona e la famiglia, dei reati societari, fallimentari, tributari  e valutari, dei reati contro la P.A., nonché dei reati contro il patrimonio.
Presta a primarie società attività di consulenza nel diritto penale dell’impresa.

 

Formazione ed esperienze professionali:
Ha conseguito nel 1985 la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, con tesi in Diritto Penale “Il reato Impossibile”, con votazione 110/110.
Ha maturato la sua esperienza professionale nei primi anni presso un importante studio di diritto penale dell’impresa, collaborando alla “Rivista  Penale dell’Economia” con la pubblicazione “Aggiotaggio bancario mediante discredito dei componenti del consiglio di amministrazione”, e alla “Rivista di diritto dell’impresa” con la pubblicazione “Commistioni di conti e bancarotta fraudolenta per distrazione”.
Ha partecipato  alla redazione del Codice “Le leggi penali tributarie”, edito da Giuffrè nel 1989, e alla redazione delle “Leggi contro l’inquinamento”, edito dalla CEDAM nel 1991.
Dal 1991 al 2001 ha proseguito il suo percorso formativo presso lo studio Marazzita di Roma, trattando numerosi processi di interesse pubblico.
E’ stato membro della Commissione di Procedura Penale presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma.
Nel 2006 è stato eletto consigliere del Direttivo della Camera Penale di Roma, incarico che ha ricoperto per tre mandati consecutivi.
E’ stato eletto membro del Comitato dei Probiviri della Consulta per la Giustizia Europea dei diritti dell’uomo per il turno ottobre 2012 – ottobre 2015.
E’ docente alla scuola della Camera Penale di Roma, “Deontologia e tecnica del penalista”, nonché a vari Master in Scienze Criminologiche, per aver maturato una lunga esperienza nel settore del crimine violento.
Ha pubblicato nel 1999 un intervento nel libro “Sulle tracce del killer”, edito da Palombi, dal titolo “il perito e il consulente tecnico nel processo penale”,  e nel 2010 ha pubblicato nella Collana di Criminologia e Scienze Sociali Forensi, Edito da Alpes, a cura di A.L. Fargnoli, Sonia Moretti e Gilda Scardaccione, un intervento dal titolo “Giusto processo. Una garanzia di equilibrio nel controllo sociale della violenza”.
Nel  marzo 2012 ha pubblicato sulla rivista dell’ONAP (Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici) l’articolo dal titolo “L’overkilling. Un caso di parricidio”.
Attualmente è componente della Commissione Famiglia presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma.
Dal 2015 è docente di Diritto Penale presso il Centro per gli Studi Criminologici Giuridici e Sociologici di Viterbo. Componente del Direttivo e responsabile del Dipartimento giustizia penale e processuale penale dell’Istituto di Studi Europei sul diritto di famiglia dei minori e delle persone – ANTHROPOI.
Da gennaio 2017 è stato nominato Giudice della Corte Sportiva d’Appello della Federscherma.
Dal 2017 iscritto all’Albo degli Avvocati fiduciari di ANAS S.p.A.e R.F.I. S.p.A.
Da ottobre 2017 docente di Diritto Penale presso il Master Universitario di II° livello in Diritto di Famiglia organizzato dall’Università Luiss Guido Carli.
Da ottobre 2017 docente nelle materie penalistiche al “Corso di formazione per i tutori volontari per minori stranieri non accompagnati – Garante dell’infanzia” presso l’Istituto Arturo Carlo Jemolo.

 

 


Seguimi su Linkedin linkedin_icon